skip to Main Content

Corri, pedala come se fosse l’ultima volta.

Ci sono storie che ci piace raccontare, storie di uomini e di riscatto. Tutti abbiamo perso, tutti abbiamo vinto almeno una volta nella vita.

Quella che vi raccontiamo oggi è la storia di Valeriano Falsini, unico gregario toscano di Fausto Coppi, che ritiratosi per via di una grave malattia dalle corse in giovane età, ha contribuito a far crescere il mito del “campionissimo” raccontandone le gesta a generazioni di aspiranti ciclisti.
Noi di FPC, quando ci imbattiamo in storie come questa, ovviamente sentiamo il dovere di raccontarle. Ed è così che nasce il film “Mi chiamava Valerio”.
Ma perchè ve lo stiamo raccontando? Cosa c’entra con il marketing e la pubblicità?
In realtà tantissimo!

Parte della storia di Valeriano nasce da una promessa. Quando Coppi gli comunicò che non avrebbe più corso in squadra con lui, gli promise, che se avesse vinto il Tour de France, gli avrebbe regalato la sua bicicletta. E così è stato e quella bicicletta per Valeriano è come l’anima del suo amico. Ogni anno, per l’anniversario della scomparsa di Fausto Coppi, Valeriano Falsini pedala su quelle due ruote e va a Castellania a rendergli omaggio. Pelle d’oca!

Quel gesto d’amore diventa famoso, quella ammirazione alimenta il mito…tutto questo in sella alla mitica “Bianchi” con cui Fausto Coppi vinse il Tour de France. Un Brand che scavalca le generazioni, capace di evolversi e diventare un’icona mondiale. Ed è incredibile che all’uscita del film, senza che nessuno glielo avesse chiesto, sul sito della Bianchi e sui social network del brand, si stagliasse in bella mostra il manifesto del film: Il Protagonista in sella alla bicicletta più famosa del mondo, a fianco lo stanco Valeriano che la sorregge e che guarda in camera con orgoglio.
“Passione celeste” recitava il commento della Bianchi!
Un mito che alimenta un altro mito, storie di sconfitte e di vittorie, storie di uomini come noi.

P.s. Il film è stato programmato su Sky, Sky UK e Virgin Media per tre anni.
Se volete vederlo lo trovate a questo link:Mi Chiamava Valerio

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top
×Close search
Cerca